La settimana sindacale confederale dal 21 al 25 GENNAIO 2013

ugge-paolo-cnela cura di Paolo Uggè – Presidente FAI-Conftrasporto

In sintesi le attività settimanali della federazione.

Situazione generale

Tornerò a trattare dei “rapporti tra Governo e categoria”quando ci troveremo di fronte al nuovo Governo, come uscirà dalla prossima competizione elettorale. Per ora mi limiterò ai problemi in senso più generale.

Una prima questione è determinata da una nota, ancora una volta emanata (inaudita altera partes), dal Dipartimento trasporti che invitiamo a tornare ad esercitare quella prudenza che ne ha sempre caratterizzato l’attività. Le interpretazioni di natura giuridica, si può essere d’accordo o meno, sarebbe bene fossero lasciate ai giudici; in particolar modo quando questi si sono pronunciati con delle chiare sentenze. Le circolari, come ebbe a sostenere Massimo Severo Giannini hanno una natura discorsiva. Esplicare, purchè si tratti di una norma di sua stretta competenza, è compito della pubblica amministrazione, ma interpretare disposizioni di legge, oltretutto su temi controversi, può essere rischioso. Le leggi le interpreta il legislatore, di regola.

Il tema riguarda la concessione dei decreti ingiuntivi per i contratti scritti. Aspetto delicato e già oggetto di diverse pronunce.

Anziché interpretazioni rischiose sarebbe meglio se ci si sforzasse invece per concludere i lavori sulle normative relative ai controlli che non riescono a formalizzarsi tra i vari soggetti obbligati ad effettuarli. Magari così si potrebbe evitare segnalazioni per omissione di atti d’ufficio.

A tale proposito ho ricevuto il mandato, quindi obbligato, a procedere con le formalità necessarie a segnalare quelle che noi valutiamo essere vere e proprie omissioni. La federazione è quindi pronta a ricevere adeguate segnalazioni e lagnanze per intervenire sulla delicata vicenda. Non lo facciamo volentieri ma di fronte ai silenzi siamo costretti ad agire a tutela di coloro che abbiamo il mandato di rappresentare.

E’ anche rimasta senza risposta alcuna l’iniziativa di Unatras sulla questione delle revisioni che, per ora, sembra riguardare solo gli uffici della Motorizzazione situati nella zona nord Ovest.

Le imprese sono in difficoltà in quanto aumentano le segnalazioni di automezzi fermati all’estero o non caricati. Se poi si verificano iniziative spontanee di protesta nessuno se ne potrà lamentare.

Prosegue la fase di riflessione infine da parte del tribunale Amministrativo sui costi della sicurezza.

Nella giornata di martedì il presidente Carlo Sangalli ha presentato le ragioni per le quali il mondo delle piccole e medie imprese ha deciso di manifestare il forte disagio nel quale diverse migliaia di imprenditori si trovano.

La conferenza stampa ha anticipato la giornata di mobilitazione nazionale che si svolgerà, con diverse modalità, su tutto il territorio nazionale. Obiettivo è lanciare un forte segnale al mondo politico che si confronta in una serrata campagna elettorale affinché “la politica non metta in liquidazione le imprese”.

Alle iniziative sono invitate a partecipare anche le nostre imprese e strutture territoriali secondo le modalità che territorialmente saranno convenute. A livello nazionale ci si atterrà alle indicazioni già fornite nell’ultima riunione del Consiglio.

Si ricorda che lunedì mattina alle 10,30 il presidente Sangalli sarà in collegamento con le sedi che condivideranno l’iniziativa per diffondere un messaggio.

Nel documento, che verrà distribuito, vengono ripresi alcuni temi che riguardano il mondo del trasporto:

Infrastrutture, sviluppo dell’intermodalità ferro/mare, mobilità urbana, portualità e relativi collegamenti, liberalizzazione del trasporto ferroviario e, l’attuazione di una liberalizzazione regolata, nel trasporto merci che garantisca i costi incomprimibili della sicurezza, anche per mezzo di una semplificazione della normativa.

Argomenti di indubbio interesse che attestano quanto i temi del trasporto siano inseriti nell’ampia iniziativa di rete Imprese Italia. Ricordiamo che per quanto riguarda i costi della sicurezza la frase riportata è il frutto della posizione che con chiarezza l’ Unatras ha definito nell’ultima riunione di presidenza.

Conftrasporto e la campagna elettorale

Per quanto riguarda la nostra realtà è stato predisposto un documento sui temi del trasporto presenti in Confcommercio elaborati con l’apposita commissione confederale. Il documento verrà inoltrato alla Presidenza per le iniziative che deciderà di assumere.

Per quanto riguarda più strettamente il mondo del trasporto abbiamo già diffuso il nostro decalogo, come convenuto nell’ultima riunione, che dovrà essere il documento attraverso il quale si aprirà il confronto con tutte le forze politiche che vorranno confrontarsi con noi.

Ovviamente daremo conto di quello che i singoli rappresentanti dei partiti risponderanno al fine di consentire che nella prossima tornata elettorale, per noi estremamente significativa (l’ecologismo a prescindere presente in alcuni programmi deve preoccuparci) ci si disponga ad un voto consapevole e utile. Come ha bene evidenziato un settimanale che segue i problemi del settore, dalla lettura dei programmi fino ad oggi diffusi, i temi del trasporto e logistica non trovano grandi spazi e anche dire particolare attenzione. Questo però, se confermato, oltre che ad essere preoccupante dimostra anche una grande superficialità su temi fondamentali per la competitività del Paese, oltre che una evidente dimostrazione di quanto poco il nostro mondo riesca ad essere incisivo.

Se non emerge che è la politica dei trasporti ad essere prioritaria per effettuare le scelte in base alle quali si definiscono gli interventi infrastrutturali è un segno di leggerezza ma soprattutto di scarsa capacità nell’azione di chi è portatore di interessi.

L’invito che pertanto rivolgo a tutti è quello di attivarsi, agendo in sintonia con la Presidenza, per coinvolgere sulle nostre questioni tutte le forze politiche partecipanti alla prossima competizione. Siamo a conoscenza che altre realtà associative stanno adoperandosi in tale direzione. Non lasciamo libero campo ad altri.

Il rinnovo del CCNL 

Proseguono gli incontri in sede sindacale e imprenditoriale su temi legati al rinnovo del contratto di lavoro. La nostra Commissione, guidata dal vice presidente Gianni Satini, da Enzo Pompilio con l’ausilio degli esperti sindacali della confederazione, sta operando con molta determinazione al fine di ottenere le migliori soluzioni possibili.

Impegni settimanali federazione

Lunedì incontro presso il ministero dei trasporti; il 23 ed il 24 incontri propedeutici al rinnovo del Ccnl, giovedì 24 riunione del Comitato dell’Albo.

Alla prossima.

Paolo Uggè

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...