INSEDIATA LA NUOVA GIUNTA CONFCOMMERCIO

SConf cti è insediata lo scorso 2 dicembre la nuova giunta di Confcommercio Catania. Un rinnovamento non solo anagrafico ma soprattutto di idee e volontà di superare le evidenti criticità del momento storico, politico e ambientale che vedono il nostro territorio in gravissima difficoltà.

Presidente è stato riconfermato per i prossimi 4 anni Riccardo Galimberti, titolare dei  negozi Barbisio e nella giunta provinciale di Confcommercio da 14 anni. Laureato in giurisprudenza, Galimberti, con provata esperienza nel settore del tessile, ha collaborato con diverse aziende italiane per consulenze prodotto in tema di camicie, cravatte, sciarpe e abiti. E`inoltre consulente della Guardia di Finanza in tema di falso e contraffatto.

«La nuova giunta -, spiega Galimberti – vuole porsi in modo diverso nell’approccio ad un concetto di partecipazione e controllo sociale più completo e profondo e con spirito critico. Ciò vuol dire esercitare un controllo sociale più grande su tutto ciò che politica e amministrazione svolgono ma anche partecipare fattivamente a tutte le problematiche che investono famiglia, lavoratori, persone e gruppi sociali e di genere».

Accanto al presidente Galimberti sono stati eletti Maurizio Squillaci, vice presidente vicario, e Pietro Agen, vice presidente amministratore. Nella squadra sono rappresentati i più importanti settori merceologici che compongono la rete distributiva della provincia, una giunta formata da tanti giovani imprenditori della provincia di Catania pronti a scommettersi e a dare il loro contributo.

«Il Presidente della giunta sarà garante dei lavori e delle proposte -, continua Galimberti – ed e’ estremamente favorevole e disponibile affinché emergano nuove figure di leadership da questo gruppo, guardando quindi al futuro».

Tre sono le direttrici di intervento e proposizione che la nuova giunta guidata da Galimberti si è data, come spiega lo stesso presidente.

«La prima è la presa di coscienza più netta delle società della struttura per il rilancio delle stesse con un senso di appartenenza e partecipazione più forte. Ne consegue da questo la possibilità di migliori servizi agli associati e obiettivi economici di bilancio importanti. La seconda è la volontà di realizzazione di un modello di rapporto con la politica e le amministrazioni locali diverso, basato sulla concertazione preventiva che però deve essere sostanziata, da parte nostra, da una precisa idea e progettualità sulle città e sui territori, ciò vuol dire che l’idea della gestione e dello sviluppo del territorio deve essere ben presente in noi in modo organico, strutturato e senza dimenticare il futuro. La terza direttrice, legata alla precedente, è costituita dalle iniziative ed idee per l’imprenditoria e, in alcuni casi, investe anche il territorio nella sua interezza, valga in tal senso, come priorità assoluta, il progetto sul Turismo che sarà quindi evidenziato da subito. Altre in tal guisa saranno le iniziative legate alla internazionalizzazione, a servizi innovativi, alla progettualità imprenditoriale legata alla emersione di risorse del territorio quali cultura, intrattenimento, enogastronomia, energie rinnovabili, etc. Ultime, ma non meno importanti, ma anzi sono state le migliori, le iniziative della giovane imprenditoria e dell’imprenditoria femminile. Da queste fonti siamo sicuri arriveranno i migliori progetti».

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...